Menu Home

Cecità, il film.

All’origine di questo film c’è il romanzo di Jose Saramago, recensito nella categoria dedicata ai libri. L’autore ha osteggiato la trasposizione cinematografica nel timore che si trasformasse in una sorta di film di zombie. Dopo lunghe trattative solo l’incontro con lo sceneggiatore Don McKellar lo ha convinto. Presentato al Festival Internazionale di Cannes nel 2008, il film è giunto nelle sale statunitensi nell’ottobre dello stesso anno ed è stato distribuito in Italia da Mikado nel 2010.

Film: Blindness (Cecità), 2008 (Brasile, Giappone, Canada), regia di Fernando Meirelles, genere drammatico-fantascienza, durata 118 minuti, distribuito da Mikado Film.

Cast: Julianne Moore (La moglie del dottore), Mark Ruffalo (Il dottore), Alice Braga (La donna con gli occhiali scuri), Danny Glover, Gael García Bernal,Sandra Oh, Joe Pingue (Il tassista), Yusuke Iseya, Yoshino Kimura, Don McKellar (Il ladro), Jason Bermingham

Maury Chaykin, Mitchell Nye, Mpho Koaho

Trama: Un uomo sta guidando nel traffico cittadino. D’improvviso la sua auto, ferma a un semaforo, non riparte, perché l’uomo improvvisamente non vede più nulla se non un biancore lattiginoso. Dopo che un passante, con la scusa di accompagnarlo a casa, gli avrà rubato l’auto, l’uomo andrà a farsi visitare da un oftalmologo il quale, al risveglio il mattino dopo, si ritroverà privo della vista. L’epidemia si espande a macchia d’olio e i primi colpiti vengono internati in un ricovero per la quarantena, nel quale si fa ricoverare anche la moglie del medico, l’unica a non essere stata colpita dal misterioso morbo. Da quel momento utilizzerà il proprio vantaggio (che non rivelerà agli altri) per cercare di sopravvivere all’inferno in cui si trasforma la società.

Recensione: pur con le consuete e inevitabili differenze tra opera letteraria e cinema, Blindness conserva lo spirito del libro grazie anche alla scelta di far intervenire la voce narrante nelle parti più salienti. Il film si caratterizza da un uso sapiente da parte del regista della luce e delle sfumature, per indicare il sopraggiungere del “Mal Bianco” o, piuttosto, nel distinguere le scene dove la vista risulta ancora intatta. Emblematica è la rappresentazione della solidarietà tra le donne, elemento catartico incarnato poi dalla protagonista, la moglie del dottore. Il film risulta veramente ben fatto e molto gradevole. Tutti i tratti emersi con l’opera letteraria sono salvaguardati, dal panico generalizzato nella popolazione, alle bassezze di chi si crede “sano”, dalla cieca ostinazione nel far rispettare gli ordini, alle scene di autentica malvagità espressa dai ciechi della terza camerata. Insomma, nulla da aggiungere in positivo o in negativo rispetto al libro; la trasposizione cinematografica è promossa a pieni voti. Mi preme, però, sottolineare un aspetto che nel film emerge con forza, frutto probabilmente della produzione multilaterale, ovvero il senso di uguaglianza e la comunanza di sentimenti espressa dal gruppo base, eterogeneo e trasversale in vari elementi; in primo luogo multietnico, con un nucleo forte di donne, vere protagoniste per il perpetuarsi dell’Amore tra i personaggi e sempre disposte alla comprensione e al perdono, un bambino, l’anziano e sul finale anche un cane. Un quadro emblematico della volontà di scardinare il pregiudizio, spesso frutto solo delle apparenze create dalla società delle immagini, che in un mondo dominato dalla cecità si perde sino a recuperare il senso più profondo della vita stessa, oltre che delle relazioni con il prossimo.

Qui il trailer.

Categorie:TV&radio

Tagged as:

Alessandro Napoli

Libero e con l’aspirazione viva di appassionare ai temi trattati con un dirompente fiume di parole, frutto del pallino per la comunicazione scritta.
Redattore e sostenitore di www.radio32.net scrivo per il webmagazine www.sinapsimag.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: